L’Italia è tra i Paesi più belli del mondo perché è la risultante di tante diverse culture, di tante diverse tradizioni, di tanti diversi prodotti. Per questa ragione ho scelto di appartenere a l’unico partito in Italia ad aver fatto della difesa della propria identità e del proprio territorio la sua bandiera. Anni ed anni di amministrazioni assenti hanno portato i nostri territori al degrado ed all’abbandono. Sto pensando ai luoghi in cui vivo ogni giorno come Ercolano, Pompei, Torre del Greco, Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e Napoli. Luoghi ricchi di storia e cultura millenaria, abbandonati a se stessi, che potrebbero, solo con il TURISMO, dare lavoro a tantissimi GIOVANI. Far conoscere i nostri territori ad investitori che possano dare lavoro e dignità alle tante FAMIGLIE che ora si trovano in affanno. Dar modo di far respirare le piccole realtà imprenditoriali che sono l’anima dei nostri territori con una TASSAZIONE PIU’ GIUSTA, più equa, che permetta veramente di vivere del proprio LAVORO. Dare speranza per un’occupazione stabile è fondamentale perché uno stato che non si preoccupa di dare lavoro ai giovani non ha futuro.

Sul tema tanto discusso della SICUREZZA DEI CITTADINI, sono fermamente convinto che la garanzia della legalità sia un bene ed un diritto fondamentale per tutti, e che le strategie di prevenzione della criminalità siano i modi con cui rendere fruibile questo bene comune.

Anni di cattiva gestione sanitaria hanno portato la Campania a diventare la regione con i livelli essenziali di assistenza peggiori d’Italia; dove l’aspettativa di vita è di 2 anni e due mesi sotto la media nazionale, e dove si pagano le tasse più alte per avere il peggior servizio sanitario di tutti i tempi e di tutto il Paese. Sono cosciente di questo perché vivo il territorio ogni giorno, e non vorrei più che per prenotare un esame medico si deva aspettare anni, desidero una sanità efficiente, ospedali operativi e strutture adeguate.

Chi è Gianluca Cantalamessa

Nasce a Napoli, il 2 febbraio 1968, sposato con due figli, che sono la sua ragione di vita e con cui condivide la passione calcistica per il Napoli.

La politica gli entra nel sangue da giovanissimo. Il papà Antonio è impegnato per anni nelle fila della destra italiana fino a ricoprire l’incarico di eurodeputato dopo essere stato consigliere anziano nel Consiglio Regionale della Campania.

Gianluca è da sempre convinto nell’idea di poter vedere la Campania tra le regioni più amate e rispettate del mondo. Il suo impegno nasce disinteressato e appassionato grazie anche ad anni passati nel mondo delle associazioni ottenendo grandi gratificazioni umane e sociali. Il suo continuo impegno, la sua onestà, il rispetto per le tradizioni, per la famiglia e l’amore per la propria terra, fanno di lui la persona che può maggiormente rappresentare la rinascita dei nostri Territori.

Il 4 marzo 2018 vota GIANLUCA CANTALAMESSA, candidato al collegio uninominale Campania 1-11 (Torre del Greco).

Come si vota

Si riceveranno due schede elettorali: una per la Camera e una per il Senato. Si potrà votare facendo un solo segno, oppure due, basta che entrambi i segni siano fatti nell’area della scheda che spetta a un’unica coalizione. Ossia, si può barrare il nome del candidato al collegio uninominale e poi scegliere una delle liste che lo sostengono. Non sarà possibile scegliere un candidato all’uninominale e un partito di una coalizione che non sostiene quel candidato (NON E’ AMMESSO IL VOTO DISGIUNTO). Inoltre, sarà possibile scegliere solo il candidato all’uninominale o solo una delle liste (il voto andrà comunque a entrambi). Non si possono esprimere preferenze sui singoli candidati della lista proporzionale.

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone